Canale Twitter @CulturaLegnano

SALONE D' ONORE

Museo Civico Guido Sutermeister sede
Pubblicato il 23/12/2014
Letture: 13244

 
news

Il Salone d'Onore è destinato all'allestimento di mostre temporanee con esposizione di materiale archeologico, frutto di recuperi e scavi recenti; attualmente ospita una selezione dei reperti provenienti dalle necropoli di Bernate Ticino e Legnano, via Novara.

Il percorso espositivo illustra la scoperta, avvenuta a Bernate Ticino, di un'area sepolcrale che ha restituito tombe celtiche di III-inizi II secolo a. C., deposizioni di età romana imperiale (I secolo d. C.) e sepolture tardoantiche (III-IV secolo d. C.).

Gli oggetti sono venuti alla luce tra il 2005 e il 2011 in occasione di lavori per la realizzazione di nuove tratte sulla linea ferroviaria e su quella stradale. La loro esposizione sottolinea l'importanza dell'archeologia preventiva per la valorizzazione del territorio.

Due vetrine conservano in particolare alcuni corredi tombali riferibili ad età tardoromana: recipienti in ceramica invetriata, fibbie da cintura in bronzo e gioielli in pasta vitrea. Significativa la presenza nelle sepolture anche di bracciali bronzei con le terminazioni configurate a testa di serpe, ornamenti di grande diffusione il cui successo era forse dovuto, oltre che a probabili fattori legati alla moda, anche ad un presunto valore apotropaico connesso ai culti di fertilità, fecondità e rinascita generalmente associati alla figura del serpente.

Una vetrina è poi dedicata ai ritrovamenti effettuati a Legnano nella zona oltre la stazione, tra le vie Novara e Firenze.

Già nel 1925-26 Guido Sutermeister aveva portato alla luce una vasta necropoli costituita da oltre 200 sepolture a cremazione con interessanti corredi tombali, databili tra il I secolo a.C. e il I-II secolo d.C.

Nel 1997, nella stessa area sono state rinvenute altre cinque tombe a cremazione diretta e indiretta con deposizione delle ossa combuste e del corredo in anfora, in alcuni casi coperta da un tegolone ad alette, o in semplice fossa terragna. Il ritrovamento è avvenuto nel corso di operazioni di controllo preventivo resesi necessarie per effettuare lavori edilizi in un’area giudicata ad elevato rischio archeologico. 

Le tombe 1 e 2, quelle meglio conservate, meritano un’attenzione particolare per i ricchi corredi, composti da vasellame da cucina e ceramica fine da tavola, da balsamari in vetro, integri e fusi, e strumenti in ferro.

Si segnalano, per l’eleganza della forma e per lo stato di conservazione, due olpi cilindriche, probabilmente lucidate a stecca. Due lucerne arricchiscono i corredi; ne è un esempio singolare quella della tomba 2 su cui sono facilmente riconoscibili i tratti stilizzati del volto di un sileno.

 

 

  • DALLO SCAVO AL MUSEO: IL MESTIERE DELL’ARCHEOLOGO attività ed eventi

    DALLO SCAVO AL MUSEO: IL MESTIERE DELL’ARCHEOLOGO

    Siete pronti per incontrare virtualmente un’archeologa? Si chiama Elena Asero e in questo video vi spiegherà come lavora per trovare i reperti sepolti sotto terra. Come vedrete non serve andare lontano, anche a Legnano e nel suo territorio si possono trovare oggetti che ci possono “raccontare” la loro storia. Se vi piace l’idea di incontrare questi nostri antichi vicini...

informazioni

eventi culturali

vai al mese precedente dicembre 2022 vai al mese successivo
lu ma me gi ve sa do
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31